SVILUPPO TRANSPERSONALE

“Non sei una creatura umana in un’avventura spirituale, ma una creatura spirituale in un’avventura umana” (Deepack Chopra)

L’approccio transpersonale alla conoscenza di sé parte dal presupposto che un aspetto fondamentale dell’esperienza umana sia la sfera spirituale e trascendente. Riconosce la nostra umana fragilità,  la tendenza ad imparare attraverso la sofferenza, ma anche la nostra capacità di auto-superamento e la capacità di apprezzare gli aspetti più belli e sublimi della Vita.

Lo Sviluppo Transpersonale indaga sul “senso ultimo dell’esistenza”. La ricerca del nostro Sé Profondo oltre la mente, come dimensione trascendente, come riconoscimento della nostra natura essenziale, che assume forme molteplici e tende alla continua espansione. Quando ci apriamo a questa possibilità, partendo da un sentire intimo che ci spinge dolcemente verso, iniziamo ad acquisire un nuovo modo di percepire e costruiamo le fondamenta per una vita umana più armoniosa e gioiosa, sostenibile, democratica e auto-consapevole.

Sessioni Individuali

Le sessioni individuali di Sviluppo Transpersonale sono aperte a coloro che sono già impegnati o che hanno deciso di impegnarsi verso la propria autorealizzazione e processo di crescita (trans)personale. Una via per trasformare vulnerabilità in chiavi di accesso ad una versione più integrale di Sé, grazie all’osservazione del livello persona e allo sviluppo graduale della dimensione transpersonale, con l’aiuto di tecniche e pratiche meditative e la conseguenze scoperta di stati di coscienza più vasti e pacifici.

Cosa non è lo Sviluppo Transpersonale?

La Facilitazione dello Sviluppo Transpersonale non è psicoterapia e non è adatta a persone in momenti di forte disagio o sofferenza psichica o sotto terapie psicofarmacologiche, sopratutto derivanti da un quadro complessivo disarmonico della personalità.

La Facilitazione dello Sviluppo Transpersonale non si occupa e non indaga su fenomeni paranormali o extrapersonali (ad es. telepatia, percezioni extrasensoriali, chiaroveggenza, esperienze extracorporee, ecc), che sono esperienze psichiche da considerare extrapersonali ma non transpersonali.